Image by PublicDomainPictures from Pixabay

Da dove provengo, dove vado (deep blue sea)

Provengo da una scatola chiusa in fondo al mare. Piccola, di legno.
Nella scatola mi ci sono chiusa da sola, e l’ho calata io stessa negli abissi: l’acqua è il mio elemento e pensavo che il blu, il buio e il silenzio mi avrebbero protetta e accudita.
Sono 10 anni che vivo rinchiusa qui, ormai annichilita. Ho freddo.

Vado verso la superficie. Rompo le pareti della scatola dove, nel corso degli anni ho incollato foto, poesie, ricordi, tutto frutto della mia mente, tutte illusioni.
Nuovo lentamente verso la luce, liberandomi di bracciali che stringono come manette, di oggetti, vestiti, di un’immagine di me che ora si rivela per quella che è: inutile zavorra.
Il blu diventa più chiaro, il silenzio lascia il posto al suono del battito del mio cuore, il mio corpo esce dal torpore, e nuoto.

 

 

Image by PublicDomainPictures from Pixabay

 

 

No Comments

Post a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi