Su di me

Valentina Cinelli - foto © Ernesto Ruscio

Foto © Ernesto Ruscio

Chi è Valentina Cinelli

Art Director, Web Editor e New Media Consultant, diplomata allo IED Roma, mi divido fra immagini e parole, passando dalla fotografia di eventi e reportage, alla Content Curation/Creation e Community Management.

Dal 1992 collaboro con diverse agenzie di comunicazione tra Roma e Milano.
Ho un blog dal 2003 e dal 2006 mi occupo dell’organizzazione di eventi culturali e no profit.
Occasionalmente svolgo docenze e workshop nei diversi ambiti della comunicazione e della fotografia.

Sono ideatrice nonché direttore editoriale di Tiragraffi, un magazine online rivolto al mondo della comunicazione per il quale è stato vinto il Premio speciale alle professioni: Web Content Editor al Premio Web Italia del 2011, e di The Reservoir Blogs, lo spin off dedicato all’arte, alla musica e allo spettacolo.

Ho costituito l’Associazione Culturale Sampietrino, un progetto no profit di cui sono anche presidente che ha l’obiettivo di documentare e contribuire a salvaguardare la pavimentazione storica di Roma; CafeXperiment è il posto dove colleziono scatti di caffè, un progetto collettivo attraverso il quale vengono quotidianamente pubblicate fotografie da tutto il mondo, iniziativa spesso ospite di manifestazioni fotografiche.

Vivo a Roma, dove sono nata, condividendo gli spazi con tre coinquilini felini che non serbano rancore quando mi assento qualche giorno per lavoro.

Dimenticavo: sui social sono online ovunque, in alternativa  google me

Curriculum vitae

Per un freelance è sempre difficile scriver un curriculum che comprenda tutte le sue esperienze, i corsi e le sfaccettature della sua professione. Soprattutto se opera nel campo della comunicazione, e se gli viene imposto il curriculum europeo.
Di seguito tre modalità  di consultazione del mio cv.

Linkdedin

Il mio curriculum social, aggiornato e sintetico è consultabile su Linkedin.

PDF

In pdf è scaricabile al seguente  link.

Contattami

Oppure contattatemi.

Citazioni preferite

Il peggior nemico del successo è la paura del fallimento (the biggest enemy of success is the fear of failure). ~ Anonimo

Short bio…

Alleva sampietrini, coltiva gatti sul tetto di casa, e beve caffè solo per il gusto di fotografarlo.

Curiosità

Tutto quello che avreste voluto sapere sull’origine del nickname e non avete mai osato chiedere.

Il mio nick: Bastet

Bastet era una dea egizia, lunare, con corpo antropomorfo e la testa di gatta. Era la dea del fuoco, dei gatti, del focolare domestico e delle donne in stato interessante. Aveva due lati della sua personalità , uno docile e uno aggressivo. Il suo lato docile e delicato era espresso dalla sua funzione di protezione della casa e delle donne incinta. La sua natura aggressiva e viziosa si manifestava anche attraverso i resoconti delle battaglie, nelle quali il faraone massacrava il nemico come Bastet massacrava le sue vittime.

Non si accarezza la gatta Bastet prima di aver affrontato la leonessa Sekhmet.

Il mio avatar

L’avatar che uso (e che amo) nasce dal dettaglio di una “foto segnaletica” fatta per gioco da Roberta Krasnig, fotografa e amica.

Non amo comparire in foto, perché preferisco essere ricordata per quello che faccio e non per il volto che ho.
Ecco il perché del dettaglio della mano.

 

 

Share Button