Archive

Archive for category: sento

Tredici

Categories: ricordo, sentoTags: View: 1.521 views

La musica mi sembra sempre il miglior modo per ricordarti.

(Per chi come me ama le cover, qui la playlist che continuo a riempire)

Share Button

Ci sono giorni…

Categories: sento, sono donnaTags: , , View: 862 views

Ci sono giorni in cui ti guardi allo specchio e, nonostante tutto il dolore e le avversità, vedi la donna che avresti sempre voluto essere.
E sorridi. Read more →

Share Button

Per Natale regalami un cuore

Categories: ricordo, sentoTags: , , View: 1.468 views

Anche quest’anno è arrivato Natale.
A differenza degli anni scorsi, non sono infastidita dalle luminarie, dallo shopping compulsivo, dagli spot fintamente buonisti. Semplicemente non me ne importa niente. Mi scivola tutto via come acqua fresca.

Ho pure acquistato – udite udite – le luminarie natalizie made in Ikea. Le ho usate per fare qualche foto ai Coinquilini Felini. Ma non le ho appese in giro per casa, dato che nessuna ventosa resiste alla furia di tre felini giocosi e irruenti.

Qualche giorno fa ho letto (non ricordo dove, in giro per il web) che a Natale ognuno di noi non desidera una cosa, ma una persona.
L’ho trovato un pensiero molto bello, che mi ha portato a riflettere su quest’ultimo anno, su quello che mi ha dato e quello che mi ha tolto.

Sono giunta alla conclusione che a Natale non vorrei una cosa o una persona.
Vorrei un sentimento.

Non che sia inaridita, ma da maggio a oggi sono successe talmente tante cose, che ormai ho quasi paura di ciò che provo, e ho perso fiducia nella mia capacità di giudizio. Vorrei poter tornare a sognare, a sperare, ad avere fiducia nel genere umano.
Tutto qui… (“ti pare poco?” urlò una vocina fuori campo…)
 
divisorio
 
Quest’anno ho imparato a mie spese: che se ami la gente scappa; se la proteggi troppo ci rimetti tu; che le persone deboli buttano fango sugli altri per nascondere i propri errori; che le persone deboli parlano male degli altri perché non hanno una vita propria di cui occuparsi; che le persone deboli ed egoiste è meglio lasciarle andare per la loro strada (e impedirgli di attraversare la tua); che nessuno merita di essere ferito gratuitamente; che le persone belle vanno tenute strette; che la “tribu delle donne” è sempre bella e accogliente; che la porta di casa mia è sempre aperta (ma con riserva); che sono stanca di contare tutte le belle persone che escono tragicamente dalla mia vita; che mi sento bene quando mi rendo utile agli altri; che un pugno di riso può cambiarti la vita (e i fianchi); che la sincerità è sempre la miglior scelta, e se a qualcuno può non andar bene, non è affar mio; che a 42 anni sono troppo vecchia per il mondo del lavoro; che a 42 anni sono troppo vecchia per passare le nottate a chattare (offrimi un bicchiere di vino instead); che a 42 anni non cambierei una virgola di me (neanche una singola ruga).

Ovviamente per questo Natale vorrei la pace nel mondo, un gatto in ogni casa, e che ognuno trovi il bandolo della matassa della propria esistenza…
Forse la mia ha iniziato a dipanarsi.

pis-en-lov evribodi

 

P.S. Il presente post vale anche come augurio di Buone Feste, così contribuirò a ridurre il traffico mail/sms di questi giorni ;)

 

Share Button

Una sera di dicembre

Categories: ricordo, sentoTags: , , , View: 1.720 views

… a un certo punto ho rallentato.
Ho smesso di camminare velocemente, con le braccia strette a proteggermi dal freddo e dalla notte, e ho iniziato ad ascoltare il rumore cadenzato dei miei passi sui sampietrini.
Ho alzato gli occhi e osservato le luminarie di Natale che ripetevano la loro pigra intermittenza.
E mi sono sembrate quasi belle, tenere…

Nessuno in giro per questi vicoli – strano per un sabato sera – e la città che mi accoglieva in un caldo abbraccio.
Roma, l’aria frizzante della notte e io, finalmente in pace con me stessa.

Share Button

L’AMA ringrazia (del tenere e del buttare)

Categories: sentoTags: , , , , View: 1.777 views

Quanta sicurezza ci danno le cose, gli oggetti.
Quando una persona sta male, tende a cercarla negli oggetti di uso quotidiano, nelle persone. Se qualcosa (o qualcuno) viene a mancare, viene tolto o buttato si crea un vuoto, e riempire quel vuoto, giustificarlo è uno stress per chi non ha equilibrio. Quindi si tende ad accumulare. A collezionare. Per stare tranquilli.
Idem per il cibo, Read more →

Share Button

Il nome alle cose (e alle persone)

Categories: ricordo, sentoTags: , , View: 2.056 views

La cosa più preziosa che abbiamo è il nome. Non il titolo. Perfino il titolo più esclusivo al mondo, Papa, sente l’esigenza di darsi un nome.
F.P.T.

Nella mia vita sono sempre stata una persona discreta. Anche quando raccontavo ad amici e amiche i miei fatti più intimi e personali.
Un’abitudine che ho sempre avuto è stata quella di dare un soprannome a tutti i miei ex, per tutelarne l’identità, e per metterne in evidenza alcuni aspetti caratterizzanti. Read more →

Share Button

40enni maschi (un’amara riflessione)

Categories: polemizzo, sento, sono donnaTags: , , View: 2.879 views

Uomini che avete paura di rimanere soli a 40 anni.
Per favore, smettetela di promettere di essere i nostri “principi azzurri”, ormai non ci crediamo più.
Siete solo bambini alla ricerca della madre.
Siete i figli che non abbiamo ancora avuto (e che ci è passata la voglia di avere).
Read more →

Share Button

Tagli e lacerazioni

Categories: sentoTags: , , , , View: 2.152 views

Ogni esperienza negativa lascia spesso uno strappo, una lacerazione nell’anima.
Mi piace pensare di avere le  vele della mia barca lacerate il giusto.
In questo modo  quando arriva una forte tempesta, il vento non è in grado di gonfiarle, travolgerle e di far ribaltare la barca.
I tagli permettono al vento/dolore di fluire attraverso, facendo così molti meno danni…

Tutto serve.
Ogni piccolo taglio.

 

 

[ photo @ Valentina Cinelli ]

Share Button

La luna è bugiarda

Categories: guardo, sentoTags: , View: 2.526 views

La legenda racconta che la luna è bugiarda.
Ma mente per comunicarci una verità, quella del suo stato.

Infatti quando assume la forma di una “c” ti dice “cresco”; se assume la forma di una “d” ti sussurra “decresco”…
Ma basta tenere a mente la sua natura bugiarda che tutto ritorna al suo posto. Read more →

Share Button

Storage (memory)

Categories: ricordo, sentoTags: , , , , View: 4.320 views

I miei ex colleghi mi chiamavano 2Kb.
“Valentina ha 2Kb di memoria – dicevano – la mattina quando si avvia (sdeeeeng!) si ricorda solo chi è e dove abita: per il resto tabula rasa”.

La memoria è sempre stato un mio problema. Mi dimentico le cose con la stessa velocità con cui le apprendo. Read more →

Share Button