Archive

Archive for category: connetto

Non chiamatela innovazione…

Categories: connetto, polemizzoTags: , , , , , , , , , , Author:

Mi viene detto che ieri, con il ballottaggio delle Primarie, si è persa l’occasione di innovare il Paese.

Da una parte sono d’accordo.
Chi mi conosce bene sa cosa penso di Bersani e del PD, e che non avrei votato il verace segretario in carica neanche sotto tortura.
Ma l’ho fatto.

Per paura.

Read more →

Share Button

Contrasti, elettrosmog, troll e valeriana

Categories: connetto, polemizzoTags: , , , Author:

In questi ultimi mesi sono stata travolta dall’ennesimo fra i tanti spiacevoli episodi di quest’ultimo periodo ““ e uno dei pochi di cui posso parlare ““ che mi ha costretta a rialzare la testa dopo avermi sparato alle gambe.

Sono sempre stata la fautrice della comunicazione, della connessione h24, dell’accesso illimitato a internet per tutti e ovunque, e l’ironia della sorte ha voluto che si decidesse di installare un Ponte Radio Base per implementare la rete di nuove connettività  proprio davanti casa.
A 50 metri dalla mia camera da letto.
Ad altezza delle mie finestre. Read more →

Share Button

Dialoghi della Palestra

Categories: connetto, ricordoTags: , , , , , Author:

Oggi ho chiuso il Tumblr “Dialoghi della palestra”. Un Tumblr aperto per documentare tutte le assurdità  che venivano dette nello spogliatoio della piscina/palestra in cui abitualmente vado.

Ma ieri, è successo un fatto straordinario: ho riacquistato fiducia nell’umanità , dopo che ho ascoltato ben 5 donne, di età  variabile, che parlavano di politica e della situazione attuale senza populismo o idealismi, ma con i piedi ben piantati per terra.
Erano bellissime, vere, colte, informate, pragmatiche. Niente urla, toni accesi o linguaggio forte.

Ho ancora speranza nell’umanità  se in uno spogliatoio femminile si ascoltano simili dialoghi.

 

Purtroppo, subito dopo questa parentesi d’aria fresca, sono entrate altre tre donne.
Asciutte, abbronzate, truccate, curatissime, due di loro con evidenti e inadeguate protesi mammarie, e con sguardo severo sulla mia “morbidezza”.
L’argomento di conversazione ha cambiato drasticamente obiettivo: competizione femminile, gossip, cattiverie, vacanze.

A un certo punto ero fiera della mia “morbidezza” e di quella delle donne che mi avevano preceduto, pochi minuti prima, in quello spazio.
Se essere una bella donna significa aumentare la massa di silicone e ridurre quella celebrale… beh, sto bene così…

[ Foto di Valentina Cinelli ]

Share Button

I 7 tipi di status di Facebook

Categories: connettoTags: , , Author:

Girare per i social network è molto istruttivo, e ti permette spesso di fare delle analisi sociologiche, nonché antropologiche, sul genere umano.
E tutto a costo zero.

Nelle mie ultime analisi (critiche) di Facebook (ma applicabili anche a Twitter e ad altri SN più o meno noti) ho suddiviso le attività  di pubblicazione da parte degli utenti in 7 categorie… ma facilmente ampliabili.
La seguente lista è frutto di interpretazioni personali, nessuno si senta offeso o citato in giudizio.

Il logorroico (“bla, bla, bla”)
Non ha bisogno di presentazione: scrive tutto quello che gli succede, minuto dopo minuto. Una sorta di comunicatore ossessivo/compulsivo che ignora il concetto di privacy personale, o di noia da parte dei suoi interlocutori.

Il laconico o ermetico  (“boh”, “mah”, “vediamo”, “eh no”)
Questo utente usa una tipologia di comunicazione che invoglia l’audience a interagire per capire cosa c’è dietro”¦ dopo un singolo “mah” solitamente ci sono 35 commenti e 42 “mi piace”. Molta privacy, ma anche spasmodica ricerca di attenzioni.

L’aggregatore (“http://…”)
Pubblica continuamente link: a notizie, eventi, blog”¦
Ovviamente tutti i link sono privi di titolo o motivazione della loro condivisione. In questo modo, per capire se quel link è importante, o è un dissenso, o una segnalazione di rilevo, una persona deve necessariamente fare click, affrontare app social di quotidiani o captcha di FB indecifrabili, solo per arrivare a una news inutile o che aveva già  letto due ore fa.

Il vanitoso (smarphone + instagram + specchio del bagno)
Possiede uno stream pieno solo di autoscatti”¦ in qualsiasi ora del giorno e della notte, e poi si lamenta sul perché venga riconosciuto per strada.

Il geolocalizzato / vivieur
Foursquare e Places sono le sue app preferite: dotato del dono della bilocazione, riesce a trovarsi in più luoghi in contemporanea, nonché in tutti gli aperitivi ed eventi social della rete lungo l’intera Penisola.

L’impegnato (Causes, Adozioni, Petizioni, Adesioni…)
Ogni suo status è l’adesione a una causa, ai gattini abbandonati, alla mozione dell’ONU in Siria, alla riqualificazione del Serpentone, alla salvaguardia del pitone maculato albino, dell’occupazione di spazi pubblici abbandonati.
Lodevole divulgatore di informazioni, ma la sua bacheca diventa sempre più angosciante, giorno dopo giorno…

Il privo di contenuti (Il giocatore, l’assente e il lurker)
La sua bacheca riporta solo l’aggiunta di amicizie e o di qualche pagina, oppure uno  stream pieno solo di badge o mosse di qualche app ludica di fb”¦ al limite del bimbominkia.
Nessun commento, nessuno status; al suo compleanno una lunga lista di auguri senza risposta.
Spesso ci si chiede se sia ancora in vita, e quando capita un suo commento su un’altra bacheca solitamente si urla al miracolo… ma anche di spavento per la precisione chirurgica nel conoscere tutti gli ultimi eventi della tua vita.

 

Share Button

Net feminism. Donne, rete e informazione

Categories: condivido, connetto, segnalo, sono donnaTags: , , , , Author:

Quest’anno avrei voluto molto andare al Festival Internazionale del Giornalismo, ma purtroppo non sono riuscita ad organizzarmi per tempo, e a malincuore ho rinunciato (come per il Fuorisalone 2012).

Fortunatamente la sua WebTv mi sta aiutando ad assitere ai panel e agli interventi. Read more →

Share Button

Un popolo di reazionari

Categories: connettoTags: , , , , , Author:

Lenta riflessione di una domenica mattina.

Il “popolo del web” (si lo so, è un’etichetta odiosa anche per me, ma qui ci sta bene) parla sempre di innovazione, di start-up, di cambiare le cose, del nuovo che avanza

Ma è il primo che si inalbera e si irrigidisce sulle proprie posizioni se cambia la timeline di Facebook, se Google+ modifica la sua interfaccia, se Read more →

Share Button

La condivisione (2.0?)

Categories: connettoTags: , , , Author:

- Quando non ci sarà  più FriendFeed non saprò più nulla di ciò che ti accade…
– C’è sempre Twitter…

Questo scambio di battute di qualche mese fa, mi è tornato prepotentemente in mente oggi, e mi ha portato a fare un’altra delle mie strampalate riflessioni.
Questa volta l’oggetto dell’ennesimo corto circuito celebrale è l’amicizia, la condivisione e i social network.
Elencate così di seguito, queste tre voci sono state usate e abusate: Read more →

Share Button

No photos, please

Categories: connetto, faccio, polemizzoTags: , , , , Author:

Spesso vengo ripresa sul fatto che non amo farmi fotografare.
Sulla rete ci sono poche mie foto, e anche il mio avatar “bastet” è essenzialmente un dettaglio della mia mano.

Le spiegazioni sono molte: dalla mia riservatezza, alla cura della mia immagine, dove vorrei che fosse posto in evidenza ciò che faccio (il mio lavoro, le mie opere, le mie attività ) e non che faccia ho. Read more →

Share Button

L’informazione condivisa e la rivoluzione: quanta strada c’è ancora da fare?

Categories: apprendo, connetto, polemizzoTags: , , , , , Author:

Ieri ho assistito alla nuova trasmissione di Santoro, Servizio Pubblico.
Come per le precedenti trasmissioni Raiperunanotte e Tuttinpiedi, è stato scelto l’ormai collaudato sistema di diffusione della trasmissione attraverso lo streaming web e il digitale terrestre, insieme a un network di emittenti locali.

Mentre assistevo alla trasmissione, ripensavo a Jeremy Rifkin, incontrato al Teatro Valle il 27 ottobre scorso, in un seminario dove è stata la possibilità  a noi blogger di porgli alcune domande nel backstage. Read more →

Share Button

Delirio e paura fra i thread

Categories: connettoTags: , , Author:

Ogni tanto, in rete, si trovano dei test per capire qual è il social network che più si addice alla tua personalità , oppure che profilo psicologico possiedi in base a quali social network utilizzi maggiormente.
Per lavoro mi ritrovo a iscrivermi in tempi record a qualsiasi nuovo servizio web compaia fra le maglie della rete, e per molti sono quasi ossessionata dal loro funzionamento.
Read more →

Share Button