Archive

Archive for category: apprendo

Noam Chomsky: Le 10 strategie della manipolazione mediatica

Categories: apprendoTags: View: 1.547 views

1 – strategia della distrazione

L’elemento primordiale del controllo sociale è la strategia della distrazione che consiste nel deviare l’attenzione del pubblico dai problemi importanti e dai cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche, attraverso la tecnica del diluvio o inondazioni di continue distrazioni e di informazioni insignificanti. La strategia della distrazione è anche indispensabile per impedire al pubblico di interessarsi alle conoscenze essenziali, nell’area della scienza, l’economia, la psicologia, la neurobiologia e la cibernetica. “Mantenere l’Attenzione del pubblico deviata dai veri problemi sociali, imprigionata da temi senza vera importanza. Mantenere il pubblico occupato, occupato, occupato, senza nessun tempo per pensare, di ritorno alla fattoria come gli altri animali (citato nel testo “Armi silenziose per guerre tranquille”).

2 – Creare problemi e poi offrire le soluzioni

Questo metodo è anche chiamato “problema- reazione- soluzione”. Si crea un problema, una “situazione” prevista per causare una certa reazione da parte del pubblico, con lo scopo che sia questo il mandante delle misure che si desiderano far accettare. Ad esempio: lasciare che si dilaghi o si intensifichi la violenza urbana, o organizzare attentati sanguinosi, con lo scopo che il pubblico sia chi richiede le leggi sulla sicurezza e le politiche a discapito della libertà. O anche: creare una crisi economica per far accettare come un male necessario la retrocessione dei diritti sociali e lo smantellamento dei servizi pubblici.

3 – La strategia della gradualità

Per far accettare una misura inaccettabile, basta applicarla gradualmente, a contagocce, per anni consecutivi. E’ in questo modo che condizioni socio-economiche radicalmente nuove (neoliberismo) furono imposte durante i decenni degli anni 80 e 90: Stato minimo, privatizzazioni, precarietà, flessibilità, disoccupazione in massa, salari che non garantivano più redditi dignitosi, tanti cambiamenti che avrebbero provocato una rivoluzione se fossero stati applicati in una sola volta.

4 – La strategia del differire

Un altro modo per far accettare una decisione impopolare è quella di presentarla come “dolorosa e necessaria”, ottenendo l’accettazione pubblica, nel momento, per un’applicazione futura. E’ più facile accettare un sacrificio futuro che un sacrificio immediato. Prima, perché lo sforzo non è quello impiegato immediatamente. Secondo, perché il pubblico, la massa, ha sempre la tendenza a sperare ingenuamente che “tutto andrà meglio domani” e che il sacrificio richiesto potrebbe essere evitato. Questo dà più tempo al pubblico per abituarsi all’idea del cambiamento e per accettarlo rassegnato quando arriverà il momento.

5 – Rivolgersi al pubblico come ai bambini

La maggior parte della pubblicità diretta al gran pubblico, usa discorsi, argomenti, personaggi e una intonazione particolarmente infantile, molte volte vicino alla debolezza, come se lo spettatore fosse una creatura di pochi anni o un deficiente mentale. Quanto più si cerca di ingannare lo spettatore, più si tende ad usare un tono infantile. Perché? “Se qualcuno si rivolge ad una persona come se avesse 12 anni o meno, allora, in base alla suggestionabilità, lei tenderà, con certa probabilità, ad una risposta o reazione anche sprovvista di senso critico come quella di una persona di 12 anni o meno (vedere “Armi silenziosi per guerre tranquille”).

6 – Usare l’aspetto emotivo molto più della riflessione

Sfruttate l’emozione è una tecnica classica per provocare un corto circuito su un’analisi razionale e, infine, il senso critico dell’individuo. Inoltre, l’uso del registro emotivo permette di aprire la porta d’accesso all’inconscio per impiantare o iniettare idee, desideri, paure e timori, compulsioni, o indurre determinati comportamenti….

7 – Mantenere il pubblico nell’ignoranza e nella mediocrità

Far si che il pubblico sia incapace di comprendere le tecnologie ed i metodi usati per il suo controllo e la sua schiavitù. “La qualità dell’educazione data alle classi sociali inferiori deve essere la più povera e mediocre possibile, in modo che la distanza dell’ignoranza che pianifica tra le classi inferiori e le classi superiori sia, e rimanga, impossibile da colmare dalle classi inferiori”.

8 – Stimolare il pubblico ad essere compiacente con la mediocrità

Spingere il pubblico a ritenere che è di moda essere stupidi, volgari e ignoranti…

9 – Rafforzare l’auto-colpevolezza

Far credere all’individuo che è soltanto lui il colpevole della sua disgrazia, per causa della sua insufficiente intelligenza, delle sue capacità o dei suoi sforzi. Così, invece di ribellarsi contro il sistema economico, l’individuo si auto svaluta e s’incolpa, cosa che crea a sua volta uno stato depressivo, uno dei cui effetti è l’inibizione della sua azione. E senza azione non c’è rivoluzione!

10 – Conoscere gli individui meglio di quanto loro stessi si conoscano

Negli ultimi 50 anni, i rapidi progressi della scienza hanno generato un divario crescente tra le conoscenze del pubblico e quelle possedute e utilizzate dalle élites dominanti. Grazie alla biologia, la neurobiologia, e la psicologia applicata, il “sistema” ha goduto di una conoscenza avanzata dell’essere umano, sia nella sua forma fisica che psichica. Il sistema è riuscito a conoscere meglio l’individuo comune di quanto egli stesso si conosca. Questo significa che, nella maggior parte dei casi, il sistema esercita un controllo maggiore ed un gran potere sugli individui, maggiore di quello che lo stesso individuo esercita su sé stesso.

 

[ via ]

Share Button

Da artista a designer fino a brand: la nuova evoluzione di una professione

Categories: apprendo, condivido, progettoTags: , , , View: 2.369 views

Ieri ho ricevuto l’ennesimo stop ai miei progetti.
E ““ come troppo spesso accade ultimamente ““ mi sono ritrovata a dover ridisegnare tutti i miei piani da capo.

Dopo un primo momento di dovuta rabbia e frustrazione per la difficoltà  di venir fuori da questo impasse professionale, mi sono rimboccata le maniche e stamane Read more →

Share Button

Il singolo, la comunità e la coppia… riflessioni di una domenica mattina

Categories: apprendo, sentoTags: , , View: 1.985 views

La mia vita è sempre stata strana: alterna momenti di buio, staticità  e depressione a un aumento vorticoso di tempi, emozioni, esperienze e riflessioni.

Questa settimana è stata una di quelle in cui gli eventi hanno preso, vorticosamente, il sopravvento su di me.
E mi hanno spinto a diverse riflessioni. Read more →

Share Button

L’informazione condivisa e la rivoluzione: quanta strada c’è ancora da fare?

Categories: apprendo, connetto, polemizzoTags: , , , , , View: 1.119 views

Ieri ho assistito alla nuova trasmissione di Santoro, Servizio Pubblico.
Come per le precedenti trasmissioni Raiperunanotte e Tuttinpiedi, è stato scelto l’ormai collaudato sistema di diffusione della trasmissione attraverso lo streaming web e il digitale terrestre, insieme a un network di emittenti locali.

Mentre assistevo alla trasmissione, ripensavo a Jeremy Rifkin, incontrato al Teatro Valle il 27 ottobre scorso, in un seminario dove è stata la possibilità  a noi blogger di porgli alcune domande nel backstage. Read more →

Share Button

… e giochiamoci queste tre carte

Categories: apprendo, polemizzoTags: , , , View: 1.750 views

Di cosa ha bisogno il popolo per non pensare al suo triste presente?

Tre carte giocate nell’arco di un weekend.
Bentornati nel Medioevo, o bentrovati nel mondo dei sogni.

Share Button

buona pasqua ecologica

Categories: apprendo, cazzeggio, sentoView: 3.141 views

Pasqua Vaffanculo

buona pasqua ecologica ~ ricicla anche tu gli auguri degli anni passati :)
[ re-post 14.04.2006 @ 10.00 / Apr 12, 2009 @ 10:00 / Apr 04, 2010 @10.00 ]

Non c’è una differenza biologica fra animali.
Perché allora ci fa orrore il pensiero di mangiare il nostro cane, ma massacriamo ad ogni Pasqua centinaia di agnelli per fare festa?
~ Umberto Veronesi

Celebrare la Pasqua con un menu vegetariano è un modo per santificare la festa senza sporcare di sangue una ricorrenza che acquista un sapore molto più importante se arricchita da una ulteriore valenza etica che ben si accosta al messaggio cristiano di amore universale; non uccidere gli animali – in particolare gli agnelli, vittime predilette di questa ricorrenza – e nutrirsi con alimenti di origine vegetale fa inoltre bene alla salute, come dietologi esperti continuano a ribadire verificando come la scelta vegetariana previene alcune tra le più diffuse malattie nei Paesi occidentali.
[ via www.enpa.it ]

A parte il fatto che, dato che tutti ambiamo a uno stato laico per coerenza non dovremmo festeggiare festivit� religiose: oggi mi trovo culturalmente costretta a fare gli auguri a tutti…
vabbeh… vale il messaggio di cui sopra ;)

pi� cioccolata e meno abbacchio per tutti!!!

Share Button

meglio tardi che mai?

Categories: apprendoTags: , , View: 788 views

Oroscopo – 25 febbraio/3 marzo 2011 – via internazionale.it

Gemelli. Non hai paura di ottenere maggior lustro e potere, vero? Non ti innervosirai se improvvisamente avrai più successo del solito, giusto? Non scapperai se ti verranno finalmente offerte le opportunità  e le responsabilità  che avevi sperato, vero? Mi auguro solo che tu sia pronto a gestire le situazioni positive in cui ti troverai, Gemelli.

Brezsny, dopo 4 anni in cui le tue tanto amate stelle mi hanno tolto tutto, se ti ringrazio sibilando un “ma vaff…” a denti stretti, non ti offendi, vero?

Share Button

Come uccidere la fantasia

Categories: apprendo, polemizzo, ricordoTags: , View: 2.240 views

Appartengo a quella generazione in cui fino ai 10/12 anni i divertimenti principali erano giocare in strada con gli amici, leggere libri e fumetti.

Quella generazione cresciuta a colpi di Il Gabbiano Jonathan Livistone e di Il Piccolo Principe, due libri di facile lettura ma intensi, adatti ai più piccoli ma che nascondono piccole-grandi verità  sul senso della vita, sull’amore e l’amicizia. Read more →

Share Button

Non ci credo, ma fa piacere saperlo…

Categories: apprendoTags: , , View: 434 views

Gemelli 21 maggio ““ 20 giugno

Riuscirai finalmente a sfuggire al dolore di cui porti l”impronta fin dall”adolescenza? Pensi realisticamente di poter trionfare sui condizionamenti subiti prima ancora di imparare a parlare? Sarai capace di fare quello che pochi di noi hanno fatto: liberarti dal peso del passato, dall”inerzia dei ricordi, e vivere coraggioso e libero nella verità  dell”OGGI?
Se nella tua vita ci sarà  mai un momento in cui è possibile realizzare almeno in parte questa nobile impresa, Gemelli, sarà  nel 2011.

Rob Brezsny

Share Button

Facts About Halloween

Categories: apprendo, cazzeggioTags: , View: 468 views

[ via Facts About Halloween ]

Share Button