Frammentazioni – Esposizione di pittura, scultura, fotografia

L’Associazione Artistica Studio Zero,
in collaborazione con Enel e con il patrocinio del Comune di Zagarolo

presenta

Frammentazioni

Esposizione di pittura, scultura, fotografia
Dal 25 agosto al 3 settembre 2006
ore 17.00 – 22.00

Palazzo Rospigliosi
Piazza Indipendenza, Zagarolo (RM)

Il frammentare l’arte, il dividere in tante parti, in frammenti. Ecco lo scopo degli artisti riuniti in questa collettiva: frammentare l’arte visiva in tutte le sue varie manifestazioni.
Ma la frammentazione operata non è sinonimo di distruzione dell’arte, ma è il gioco di ricomporre i vari tasselli per scoprirne nuove e più creative combinazioni, riunendo la matericità della scultura, passando attraverso l’evocazione della pittura, per terminate con i tecnicismi della fotografia.

Francesco Zero  |  Yolanda Zerboni  |  Elisabetta Pompili   |  Riccardo Polimeni
Giuseppe Pedone  |   Josefina Nucci
Vito De Simone  |  Valentina Cinelli  |   Cecilia Casini

Ufficio stampa: Valentina Cinelli
Responsabile Promozione Associazione Artistica Studio Zero

2 Comments
  • bastet

    21.08.2006at10:55 Rispondi

    La partita a scopa
    ideazione e stesura di Riccardo Polimeni

    1 settembre 2006 – ore 19.00

    Palazzo Rospigliosi
    Piazza Indipendenza, Zagarolo (RM)

    La breve performance (ideazione e stesura di Riccardo Polimeni) ha come tema principale una surreale partita a carte, dove i due interpreti sotituiscono il mazzo di quaranta carte classico, con associazioni di idee e di oggetti. La comicità  surreale suscita nello spettatore curiosità , passando per un picco emotivo e per teminare con l’ironica magia che si ricongiunge alla cornice artistica nella quale la performance è presentata.
    Il gioco delle carte come metafora di vita? Come nuovo punto di osservazione della realtà  materica circostante? Tutto è possibile, e la performance lascia libera ogni interpretazione.

  • Matteo

    23.08.2006at15:49 Rispondi

    Carissima miss Bastet, mi sono imbattuto in questo blog cercando altro e sono rimasto a visitare i post pervaso da un senso di dolce inquietudine per il quale ti ringrazio e ti invito a ricambiare la visita presso il suddetto indirizo. Buona visione
    Matteo Leone Gastaldello

Post a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi